Kintsugi

Welcome to kintsugithe first multifunction jacket design with neuro-science.

People of Shibuya has designed the first outerwear jacket in the world through an innovative neuro-scientific research & development process. Kintsugi jacket will be available online next November in limited edition.

Click here and sign-up for the newsletter to receive exclusive updates.

 

 

L’incrocio di Shibuya a Tokyo è il crocevia più frequentato al mondo con oltre 3000 persone che affollano i suoi attraversamenti pedonali nelle ore di punta. È luogo fisico di connessione e d’incontro in una città globale, nel quale convergono cittadini di tutti i paesi del mondo ad un ritmo frenetico simile a quello dell’interconnessione digitale. 
Il brand People of Shibuya, specializzato in outerwear tecnico capace di unire funzionalità e minimalismo giapponese con uno stile italiano, definisce la propria identità in quel luogo, in particolare nell’energia espressa dalle persone che lo rendono vivo.

Da qui l’idea di attivare un progetto di ricerca e sviluppo innovativo, destinato a scrivere un capitolo della storia della moda contemporanea. Il brand si prefigge di disegnare e sviluppare un capospalla attraverso le preziose indicazioni fornite non da un designer, ma dalle emozioni manifestate da una molteplicità di persone.

Ma come si misurano le emozioni? Nasce quindi la partnership con un'azienda leader nel mondo nella misurazione neuro-scientifica delle emozioni umane. Viene strutturato un percorso di rilevazione scientifica attraverso la misurazione e l'analisi delle frequenze cerebrali di un gruppo di persone che vivono esperienze test. Dal macro al micro il capo prende vita: partendo dalla visione e dall'esplorazione libera di modelli diversi di capospalla, passando al tocco di molteplici tessuti e finiture, alle sensazioni misurate nello scorrere le cerniere e nell’accesso tasca, la prova d’indossato, percezione del marchio, scendendo nei fino nei più piccoli dettagli d’esperienza.

Un’indagine unica ed interessante che ha permesso a People of Shibuya non solo di creare il primo capo al mondo mediante tecniche neuro-scientifiche, ma di declinare i dati di ricerca nello sviluppo delle future collezioni.